• info@economiacircolaresostenibilita.it
  • Roma, Italia.

Chernobyl: la storia, i problemi e l’impatto sul nucleare

Il 26 aprile 1986, alle 1:23:45 ora locale, il reattore n. 4 della centrale nucleare di Chernobyl, situata nell’allora Unione Sovietica, esplose. Si tratta del più grave incidente nucleare della storia, e le sue conseguenze sono ancora oggi visibili e sentite. Le cause dell’incidente L’incidente fu causato da una serie di errori umani e difetti di progettazione del reattore. Durante…

L’ECA e la Fondazione RES4Africa identificano i passaggi chiave per far avanzare l’agenda di riforma del settore elettrico in Africa con il dialogo pubblico-privato

L’evento ha evidenziato l’importanza della cooperazione pubblico-privata per definire un programma di riforme efficace e aumentare gli investimenti infrastrutturali per guidare il cambiamento di trasformazione nel settore energetico africano. Nell’ambito del sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale all’avanzamento dell’agenda di riforma dell’energia elettrica attraverso il rafforzamento del dialogo pubblico-privato, la Commissione economica per l’Africa delle Nazioni…

Gli uccelli muoiono con le pale eoliche? Un nuovo studio dice di no

Vattenfall ha testato la tecnologia e condotto ricerche presso il suo parco eolico offshore di Aberdeen ormai da diversi anni. Il 28 febbraio, la società ha riportato i risultati di uno studio sul comportamento degli uccelli marini, condotto in collaborazione con organizzazioni per la protezione degli uccelli e della natura, che ha utilizzato un approccio diretto: video registrare gli uccelli marini…

“Intersolar, ees Middle East” per orientarsi nella transizione energetica

La transizione energetica in Medio Oriente sta accelerando. Spinta da aste ben progettate, condizioni di finanziamento favorevoli e costi della tecnologia in calo, le energie rinnovabili vengono introdotte nel mainstream. Il Medio Oriente è destinato a diventare un leader di mercato nelle energie rinnovabili. Fino a 90 GW di capacità di energia rinnovabile, principalmente solare ed eolica, sono previsti in tutta la…

Il Portogallo punta a 10 GW entro il 2030 di eolico

Il Portogallo prevede di lanciare la sua prima asta di energia eolica offshore entro l’ultimo trimestre di quest’anno, con l’obiettivo di raggiungere i 10 gigawatt (GW) di capacità installata entro il 2030, ha dichiarato lunedì il primo ministro Antonio Costa. Come condizione preliminare per l’asta, questa settimana il governo avvierà un’udienza pubblica sulle proposte per la delimitazione delle aree per…

IEA: Il mondo sta entrando in una nuova era di produzione di tecnologia pulita

Energy Technology Perspectives 2023 evidenzia le principali opportunità di mercato e di occupazione, nonché i rischi emergenti, per i paesi che concorrono per guidare le industrie dell’energia pulita di oggi e di domani Il mondo dell’energia è all’alba di una nuova era industriale – l’era della produzione di tecnologie per l’energia pulita – che sta creando nuovi mercati importanti e…

La crescita dell’energia rinnovabile è ancora più vertiginosa!

La crisi energetica globale ha innescato uno slancio senza precedenti a favore delle energie rinnovabili: il mondo è destinato ad aggiungere tanta energia rinnovabile nei prossimi 5 anni, quanto negli ultimi 20 La crisi energetica globale sta determinando una forte accelerazione dell’installazione di energia rinnovabile, con una crescita della capacità totale a livello mondiale destinata a quasi raddoppiare nei prossimi…

Come raggiungiamo l’indipendenza energetica con zero emissioni di carbonio?

Come le organizzazioni di ogni tipo possono seguire il percorso scientifico per raggiungere l’indipendenza energetica a zero emissioni di carbonio. La sicurezza energetica è sinonimo di indipendenza energetica, la chiave di questa indipendenza è una maggiore elettrificazione, digitalizzazione e l’energia a zero emissioni di carbonio. Bisogna agire subito, non è più questione di destinazione, ma di velocità e scala.Intorno ai…

Sei economie dipendenti dai combustibili fossili potrebbero affrontare un gap di 278 miliardi di dollari entro il 2030

Con le prospettive economiche per i combustibili fossili che sembrano sempre più deprimenti, i governi di Brasile, Russia, India, Indonesia, Cina e Sud Africa (BRIICS) devono agire ora per decarbonizzare e diversificare le fonti energetiche, o rischiano un ammanco di entrate che potrebbe rendere vani i progressi in materia di sradicamento della povertà e sviluppo economico. Con l’accelerazione della transizione…

Ecotà non è una testata giornalistica, nè un prodotto editoriale. Tutti i diritti riservati.